La Bulgaria riceve dalla Macedonia la promessa di un maggiore impegno nella realizzazione del Corridoio 8

Il progetto del Corridoio Pan-europeo 8 è una priorità sia per il Ministro bulgaro dei Trasporti che per il Governo della Macedonia. Le nuove promesse della Macedonia per il lancio del Corridoio sono state formulate all’interno di un incontro tra il Vice Ministro bulgaro dei Trasporti Kamen Kichev e la sua controparte macedone Tehir Hani. Il Corridoio Pan-europeo 8, che collega il Mar Nero e l’Italia attraverso Bulgaria, Macedonia e Albania, riveste una importanza strategica fondamentale, in quanto costituisce il collegamento più rapido tra l’Asia Centrale e Orientale e l’Europa Occidentale e rappresenta una grande opportunità di rafforzare il commercio e il processo di sviluppo economico nei Balcani. Sebbene negli ultimi quattro anni il progetto abbia prodotto grandi aspettative, la sua realizzazione tarda a decollare. Probabilmente, l’ostacolo principale alla messa in pratica è rappresentato dalla carenza di collegamenti ferroviari tra Bulgaria e Macedonia e, in particolare, alla lentezza della Macedonia nella realizzazione di diversi chilometri di rete ferroviaria nel proprio territorio. Durante l’incontro, il Vice Ministro bulgaro dei Trasporti ha mostrato al Governo macedone i progressi compiuti nella realizzazione e nel miglioramento dei tratti della rete stradale e ferroviaria che rientrano nel percorso proposto per il progetto del Corridoio: l’autostrada Trakiya che collega Sofia e Burgas, l’autostrada Lyulin che collega la capitale bulgara con Pernik, alcune sezioni delle tratte ferroviarie Sofia – Burgas e Karnobat – Sindel; infine, la modernizzazione dei porti di Varna e Burgas sul Mar Nero. “Il progetto della ferrovia Sofia-Skopje è di importanza strategica sia perché metterebbe in contatto le reti ferroviarie dei due Stati, sia perché porterebbe al completamento del Corridoio 8” secondo Kamen Kichev. Inoltre, il Vice Ministro ha aggiunto che il Governo bulgaro deve terminare la realizzazione di soltanto 2.5 chilometri di ferrovia dalla città di Gyueshevo al confine con la Macedonia. Secondo Milcho Lambrev, Direttore Generale della Compagnia Ferroviaria Nazionale, la Bulgaria è pronta a portare immediatamente a termine tale tratto, qualora la Repubblica di Macedonia si impegni a realizzare la propria ferrovia. Infine, Il Ministro bulgaro ha aggiunto che il Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni macedone è in una fase avanzata dello studio di fattibilità della linea ferroviaria da Kumanovo a Deve Bair, l’ultimo tratto ancora da realizzare nel territorio macedone. Infatti, il Ministro macedone è ottimista riguardo alla possibilità di terminare i collegamenti ferroviari tra i due Paesi entro 5 anni.

Fonte: novinite.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: