Bruxelles giudica positivamente la libera circolazione dei lavoratori bulgari

In un rapporto pubblicato l’11 novembre, la Commissione Europea afferma che i lavoratori provenienti dalla Bulgaria giocano un ruolo generalmente positivo per le economie dei Paesi che li accolgono. Secondo la Commissione, tali lavoratori apportano nuove competenze e riempiono le “vacancies” nei settori che richiedono mano d’opera come quello delle costruzioni, i lavori domestici e l’industria dei servizi alimentari. Inoltre, il rapporto evidenzia l’effetto positivo di lungo periodo della libera circolazione dei lavoratori bulgari sul PIL dei Paesi che li ospitano. In seguito al processo di allargamento europeo, la libera circolazione dei lavoratori potrebbe aver prodotto costi economici e sociali nei Paesi ospitanti, ma anche nel Paese di partenza, che soffrirebbe della perdita di capacità produttiva. Secondo quanto affermato da Bruxelles, sebbene tali costi economici e sociali possano essere temporaneamente ridotti attraverso limitazioni alla libera circolazione dei lavoratori, è necessaria una soluzione politica di lungo periodo mirata a ridurre gli squilibri nel mercato del lavoro europeo. Il rapporto prodotto dalla Commissione servirà come punto di partenza per il Consiglio dell’Unione Europea, che sarà chiamato a valutare il funzionamento delle disposizioni sulla libera circolazione dei lavoratori bulgari.

Fonte: The Sofia Echo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: