Il Parlamento boccia la costruzione della centrale nucleare di Belene

Il 28 marzo, il parlamento bulgaro ha approvato la richiesta di fermare la costruzione della centrale nucleare di Belene, con 120 voti favorevoli su 163, provenienti dai parlamentari del Partito dei Cittadini per lo Sviluppo Europeo in Bulgaria (GERB) e la Coalizione Blu. I membri del Partito dei Socialisti Bulgari (BSP) e del partito Ataka invece hanno votato a sfavore (42 voti). Il Movimento per i Diritti e Libertà (MRF) si e’ invece astenuto. Il progetto di implementazione della centrale nucleare a Belene, ubicata sul Danubio e confinante con la Romania, e’ da tempo al centro di controversie a causa dei costi elevati e al problema ambientale, diventato ancora piu’ attuale in seguito al disastro della centrale giapponese di Fukushima. L’altro problema e’ legato alla commissione di uno dei reattori alla Russia, ormai costruito e prossimo alla consegna. La Bulgaria, rinunciando al progetto, potrebbe essere costretta a pagare una penale cospicua all’azienda produttrice russa.  Una delle soluzioni proposte e’ quella di impiegare il nuovo reattore nella centrale di Kozloduy, unica centrale nuclerare sul territorio bulgaro al momento. Fonte: Кlassa 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: