Il PIL della Bulgaria cresce grazie alle tasse pagate dalle imprese

“Il prodotto interno lordo (PIL) è cresciuto solo grazie alle imprese, che sono state illecitamente tassate dallo Stato” ha sostenuto Bozhidar Danev, presidente della Bulgarian Industrial Association (BIA) in una conferenza stampa. Secondo Danev il PIL della Bulgaria è aumentato dello 0,5% nel primo trimestre del 2012 rispetto allo stesso periodo del 2011, anche se le sue componenti principali sono diminuite: i consumi si sono ridotti, si è registrato un deficit commerciale di 800 mln di leva e la spesa pubblica è diminuita. Infatti, nel corso degli ultimi sei mesi, sono aumentati i casi di frode sull’IVA e più di 50 mln di leva al mese vengono incassati impropriamente dal Tesoro. Il problema principale è che la legge sull’IVA consente ai funzionari del fisco di far pagare due volte la tassa alle aziende. Come risultato, oltre 50.000 aziende sono state ingiustamente multate, sostiene BIA. “Il ministero si aspetta che le aziende siano a conoscenza della situazione fiscale dei loro fornitori, ma ciò non può avvenire, non possiamo sapere se hanno pagato l’IVA o meno” ha affermato Kiril Vatev, dell’associazione dei lavoratori della carne. In questa maniera, secondo BIA, a causa di qualche fornitore inadempiente, lo Stato ha iniziato a multare indiscriminatamente le aziende, tra queste molte in regola, che pagano così molto più del dovuto.
Fonte: Klassa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: