La Commissione europea propone una nuova direttiva sulle frodi

“Lo scorso mercoledì la Commissione europea ha proposto una nuova direttiva per uniformare la definizione di appropriazione indebita di fondi UE per tutti i 27 stati membri e imporre sanzioni che vanno da sei mesi a cinque anni di reclusione” hanno affermato la commissaria alla giustizia dell’UE Viviane Reding e il commissario anti-frode Algirdas Semeta. “Il nostro obiettivo è chiaro: non lasciare che l’abuso dei fondi UE resti impunito e adottare un quadro comunitario armonizzato per perseguire e punire i crimini che coinvolgono il bilancio dell’Unione europea, valido per tutti i 27 Stati membri, dal momento che lo stesso reato rimane senza conseguenze in alcuni paesi, mentre in altri si rischiano 12 anni di carcere” ha detto Reding. Le perdite derivanti da attività criminali sono una seria preoccupazione a Bruxelles, perché il 90% dei fondi comunitari sono gestiti a livello nazionale. Nel solo 2010, gli Stati membri hanno segnalato 600 casi di frode per totale di 600 mln di euro. Per avere effetto, la nuova direttiva deve essere approvata dal Parlamento europeo e dai singoli Stati membri. In Bulgaria, non esistono disposizioni specifiche che prevedano sanzioni per le frodi in materia di fondi comunitari. “Le rettifiche sui finanziamenti (di un certo progetto) sono da considerarsi come un tipo di sanzione” hanno spiegato i funzionari bulgari del Ministero per gli Affari Comunitari.
Fonte: Klassa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: