IL PARLAMENTO EUROPEO FAVOREVOLE AD UNA DISTRIBUZIONE PIÙ EQUA DEI SUSSIDI ALL’AGRICOLTURA

La nuova Politica Agricola Comune (PAC) per il 2014-2020 terrà conto delle esigenze ambientali e delle necessità dello  sviluppo sostenibile in funzione della crescente domanda di alimenti nel mondo e la contemporanea avversità rappresentata dagli effetti del cambiamento climatico globale. Allo stesso tempo la riforma mira ad una migliore distribuzione dei sussidi all’agricoltura fra vecchi e nuovi membri dell’Unione Europea. Questa è la posizione fra gli altri di Luis Manuel Capoulas Santos, uno dei  rappresentanti del Comitato per lo Sviluppo Rurale e dell’Agricoltura del Parlamento Europeo.
La Bulgaria è insieme alla Lituania, la Lettonia, l’Estonia e la Romania, uno dei paesi che riceve meno sussidi all’agricoltura, meno della metà rispetto ai paesi che godono dei maggiori sussidi. La richiesta di tali paesi è di raggiungere il tetto dei propri pacchetti nazionali di pagamenti diretti all’inizio del 2014 e non nel 2016, come previsto nei trattati di adesione all’UE i quali richiedono anche un raggiungimento graduale di tale tetto.
Secondo la bulgara Maria Gabriel, Membro del Parlamento Europeo, il raggiungimento di tale obiettivo rappresenterebbe un enorme successo.  In tale contesa la Bulgaria potrà contare su alleati influenti come Francia, Italia e Spagna. Bnr.bg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: