Le aziende pubbliche dovranno diversificare i depositi banca

Il governo ad interim bulgaro ha approvato ieri un nuovo regolamento che richiede alle compagnie di stato e agli enti istituzionali di diversificare i loro depositi nelle banche del Paese, in maniera da porre fine alla concentrazione dei fondi in un’unica istituzione bancaria. Le nuove norme obbligano tutte le compagnie, enti e organizzazioni, in cui lo Stato superi il 50% della proprietà a non tenere più del 25% dei propri fondi in un’unica banca. Alle compagnie sono stati dati sei mesi per mettersi in regola con il nuovo regolamento. Circa il 54% del denaro delle compagnie pubbliche bulgare è concentrato in un’unica banca, ha spiegato il primo ministro Marin Raykov, senza fare il nome dell’istituto. Secondo i media bulgari si tratta della banca CCB, di proprietà dell’uomo d’affari Tsvetan Vasilev. Negli ultimi cinque anni la banca ha finanziato l’acquisizione di diversi giornali nazionali e regionali, compagnie di distribuzione della stampa, canali televisivi, portali d’informazione da parte del gruppo media controllato dal parlamentare.

Annunci

Una Risposta

  1. Bell’articolo, molto utile! Stavo facendo le mie belle letture di post pre-nanna, dove lasciare qualche commento, con la speranza di ritorni sul mio blog, quando ho letto questo articolo! Grazie delle dritte!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: