Blocchi stradali al confine, il governo di Sofia chiede che Ankara rispetti gli accordi internazionali

Le autorità bulgare hanno chiesto alla Turchia di rispettare gli accordi internazionali in tema di trasporto automobilistico che Ankara ha sottoscritto. La richiesta è stata inviata dal Ministero dei Trasporti bulgaro a causa del crescente numero di veicoli merci bulgari che sono stati bloccati ai controlli di frontiera con la Turchia. Secondo gli uffici doganali turchi la misura attuata contro i veicoli bulgari deriverebbe dalla mancanza di un permesso “adeguato” al servizio di trasporto. Ai trasportatori bulgari viene chiesto, inoltre, di pagare una tassa di 3 mila euro per ottenere l’autorizzazione a passare il valico. I problemi al confine fra Bulgaria e Turchia sono iniziati questa mattina quando alcuni autisti di tir turchi hanno bloccato il valico di frontiera con la Bulgaria di Kapitan Andreevo: i trasportatori hanno espresso la loro insoddisfazione per i controlli effettuati sui loro camion di trasporto merci. A causa del blocco, ha dichiarato il rappresentante dell’Associazione bulgara dei sindacati dei trasporti stradali, Ilyan Filipov, si è formata all’altezza del valico una coda di 12 chilometri. La coda è sorta a causa di “quattro camion turchi che hanno bloccato trasversalmente il confine bulgaro-turco”. La coda dei camion in attesa “include veicoli provenienti da Turchia, Romania, Bulgaria e altri ancora”, ha proseguito il rappresentante sindacale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: