Dopo il 2020 cessano i fondi Ue per lo smantellamento delle quattro unità della centrale nucleare di Kozloduy

Dopo il 2020 la Bulgaria non riceverà alcun finanziamento europeo per procedere allo smantellamento delle prime quattro unità della centrale nucleare di Kozloduy, l’unica attiva nel paese. È quanto emerso dalla conferenza stampa della delegazione di europarlamentari giunta in Bulgaria lunedì scorso per valutare come vengono spesi i finanziamenti per lo smantellamento delle unità in questione, uno degli impegni assunti da Sofia per l’adesione all’Unione Europea. La delegazione di europarlamentari è composta da Ingeborg Grassle, Joachim Zeller e Georgios Stavrakakis, accompagnati dal eurodeputato bulgaro, Ivajlo Kalfin. I delegati si sono detti soddisfatti per la visita nella centrale nucleare. L’UE ha stanziato circa 817 milioni di euro per procedere allo smantellamento di quattro unità della centrale, mentre 84,7 milioni sono quelli forniti dal governo bulgaro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: