Migliaia di studenti contro l’oligarchia, i lavoratori contro la miseria

Nuova giornata di proteste popolari ieri a Sofia, dove non si placa la collera contro il governo. A scendere per primi in piazza sono stati circa mille studenti universitari del gruppo dei cosiddetti ‘Studenti mattutini’ che hanno occupato l’aula magna dell’Università di Sofia San Clemente d’Ocrida. I giovani manifestanti si sono radunati davanti al parlamento indossando armature di cartone e con in mano pistole giocattolo hanno simulato un assalto al parlamento, chiedendo le dimissioni del governo guidato dall’indipendente Plamen Oresharski, accusato di “servire gli interessi dell’oligarchia”. Sempre ieri, sono scesi in piazza oltre 6 mila persone su iniziativa della Confederazione dei sindacati indipendenti (Knsb), la più grande organizzazione sindacale in Bulgaria, per manifestare contro la miseria e gli iniqui stipendi dei lavoratori nella maggior parte dei settori economici del paese. “Basta con la miseria”, “Vogliamo salari decenti”, gridavano i manifestanti davanti ai palazzi del consiglio dei ministri e del parlamento. La Bulgaria, entrata nell’Ue nel 2007, risulta essere il paese più povero tra i 28, con un salario medio equivalente a 400 euro al mese e la pensione media di 150 euro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: