Anghel Naydenov: Proseguono i lavori per le misure di sicurezza lungo confine con Turchia

La costruzione della recinzione lungo un tratto del confine fra Bulgaria e Turchia procede secondo le previsioni. La ha dichiarato il Ministro della Difesa, Anghel Naydenov. A suo dire, la prima fase del progetto volto a ridurre l’afflusso di immigrati irregolari nel paese è stata completata. Si tratta della ricostruzione e ammodernamento di 107 chilometri di strade lungo il confine per facilitare la mobilità delle autorità di frontiera. La seconda fase prevede la costruzione di una recinzione di filo spinato lunga 33 chilometri nella zona più vulnerabile e preferita dai clandestini. “Non siamo felici del fatto che questo compito sia stato assegnato all’esercito bulgaro, ma queste installazioni servono a ostacolare l’attraversamento illegale delle frontiere e deviano il flusso di immigrati verso i valichi di frontiera”, ha detto Naydenov. La Bulgaria ha la capacità di ospitare circa 5 mila rifugiati, ma sono rmai oltre 11 mila i profughi giunti nel paese dall’inizio del 2013. La Bulgaria rappresenta una porta d’ingresso nell’Unione europea per le persone in fuga dalla Siria che, attraverso la Turchia, varcano illegalmente la frontiera per cercare asilo. La recinzione che le autorità bulgare stanno costruendo lungo una sezione del confine bulgaro-turco sarà pronta entro febbraio del prossimo anno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: