Strepitoso successo di Morricone a Sofia

Per la prima volta nella sua carriera il Maestro Ennio Morricone è giunto in Bulgaria per condurre un concerto straordinario con le sue più belle musiche per film con le orchestrazioni originali. Il concerto ha aperto la stagione Natalizia a Sofia e si è tenuto ieri sera presso l’Arena Armeec Hall di Sofia davanti ad un pubblico di 9 mila spettatori con l’orchestra e il coro bulgaro FM Classic. È stata un’opportunità unica per il pubblico di poter sentire per la prima volta dal vivo le musiche condotte dal maestro stesso. Al concerto hanno preso parte anche sei musicisti italiani: Susanna Rigacci – soprano, Ghilda Buttà – pianoforte, Nanni Civitenga – basso elettrico, Massimo d’Agostino – batterie, Leandro Piccioni – tastiere e Rocco Zifarelli – chitarra elettrica. La visita del Maestro si conclude oggi con la visita presso la Nuova università bulgara (Nbu) dove sarà insignito del titolo Doctor honoris causa.

Annunci

Premiazione di ristoranti italiani certificati in Bulgaria

Nell’ambito della mostra internazionale Interfood & Drink, che si tiene all’Inter Expo Center di Sofia, la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria ha organizzato la presentazione dell’edizione 2013 del progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo”, insieme alla cerimonia di premiazione dei ristoranti italiani certificati in Bulgaria. Il progetto mira a sostenere lo sviluppo e la promozione della cucina tradizionale e la caratteristica atmosfera dei ristoranti italiani nel mondo. L’attestato viene rilasciato da un Comitato di Certificazione, presieduto dal FIPE (Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi), a quei ristoranti italiani all’estero che dimostrino di rispettare un decalogo di standard qualitativi della tradizionale ospitalità italiana. “L’Italia ha tantissimo da offrire al mondo in materia di enogastronomia e di qualità”, ha detto l’ambasciatore d’Italia in Bulgaria, Marco Conticelli. “La cucina è un piacere, ma è un piacere che genera anche importanti ritorni economici: il fatturato dell’enogastronomia in Italia nel 2012 è stato di 24 miliardi di euro”, ha aggiunto il diplomatico. A suo dire iniziative come “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo” sono estremamente importanti “perché promuovono non soltanto la cucina italiana in Bulgaria ma anche il turismo”. Da parte sua il presidente della Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, Marco Montecchi, ha ricordato che il progetto “Ospitalità Italiana – Ristoranti Italiani nel Mondo” coinvolge le Camere di Commercio italiane in 54 paesi del mondo. Nella cerimonia di premiazione i titolari di 16 ristoranti italiani in Bulgaria, 13 nella capitale Sofia e tre in provincia, hanno ricevuto dall’ambasciatore Marco Conticelli i certificati per il 2013.

Grande successo al circuito golfistico del St. Sofia Golf Club per il primo torneo di golf delle Camere di Commercio Italiana e Francese in Bulgaria

Sabato 26 ottobre presso il circuito golfistico del St. Sofia Golf Club si è tenuto il primo torneo di golf a due “Texas Scramble” organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Bulgaria e dalla Camera di Commercio Franco-Bulgara in collaborazione con il St. Sofia Golf Club ed al quale hanno preso parte anche i rappresentanti del Club Diplomatico – Vienna e del “Diplomatic and business club” – CDB.
Sono stati 82 i partecipanti che hanno iniziato il primo Torneo di golf delle Camere di Commercio Italiana e Francese, di cui dieci i rappresentanti del Club Diplomatico – Vienna (CDW) che sono venuti appositamente per l’evento su invito del loro Vice Presidente, il diplomatico bulgaro Kiril Kalev. I dieci partecipanti hanno gareggiato in una competizione dedicata con i rappresentanti del “Diplomatic and business club” – CDB. Al torneo ha aderito anche il Presidente dell’Associazione bulgara del Golf e del “Diplomatic and business club” – CDB, Krasimir Gergov. Il corpo diplomatico bulgaro è stato rappresentato dagli Ambasciatori di Argentina, Spagna e Corea del Sud.
Tutti i partecipanti hanno iniziato contemporaneamente da tutte le 18 buche del campo, allietati dalla splendida e soleggiata giornata che ha contraddistinto l’evento.
Vincitori della classifica principale sono stati Emil Markov e Biser Balinov con 49 punti omaggiati con coppe e due biglietti aerei offerti dagli sponsor Alitalia ed Airfrance i cui responsabili hanno presenziato la cerimonia di premiazione.
Le seconde qualificate, Bettina Joteva e Albena Deneva (46 punti) hanno ricevuto due bottiglie magnum di champagne per gentile concessione della società La Cave, mentre ai terzi in classifica, Sergei Stoykov e Delyan Pelovsky, con 46 punti, sono stati premiati con vino di qualità della stessa cantina. E ancora premi per il tiro più lungo e più preciso sono andati a Zhivko Tenev e Andon Tushev.
Alla cerimonia di premiazione, presieduta dal general manager del St. Sofia Golf Club, Claudio Marini, hanno preso parte il Presidente della Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, Marco Montecchi che, per l’occasione, ha sottolineato l’importanza della condivisione di intenti tra le due strutture camerali ricordando ai presenti il prossimo appuntamento per il 2014 con una seconda competizione che coinvolgerà un pubblico più ampio, ed il Presidente onorario Patrick Favre della Camera di Commercio franco-bulgara.

Il miglior risultato è stato conseguito dalla squadra della Camera di Commercio Italiana rappresentata da Hermes Frare e Andon Tushev, che hanno ricevuto il trofeo transitorio.
Con una coppa transitoria sono stati premiati anche i vincitori del confronto diplomatico: gli ambasciatori di Spagna e Corea del Sud, S.E. Jose Luis Tapia e S.E Maen Shin Mengho, rappresentanti del Club “Diplomatici e business” – Bulgaria.
L’evento ha ricevuto la copertura mediatica del canale televisivo BTV, servizio del telegiornale della sezione Sport andato in onda sabato 26 ottobre che è possibile visualizzare al seguente link:
(http://m.zonasport.btvnews.bg/sport/parvi-golf-turnir-na-frenskata-i-italianskata-targovski-kamari-v-balgariya.html ed un articolo redazionale è apparso sui quotidiani “24 chassa“, “Trud” (http://www.trud.bg/Article.asp?ArticleId=2396659) e Dnevnik, (http://www.dnevnik.bg/sport/2013/10/27/2169458_frenskata_i_italianskata_turgovska_kamara_premeriha/).

Petev spogliato, rinuncia ad allenare Levski Sofia

Ivaylo Petev ha rinunciato ieri all’incarico di nuovo allenatore del Levski Sofia. Il tutto dopo che due giorni fa, nella conferenza stampa di presentazione, il tecnico era stato circondato e spogliato da un gruppo di teppisti, una trentina, che avevano ‘invaso’ la sala dov’era in corso l’evento. Tutto ciò perché a Petev veniva rinfacciato di aver rivelato di recente, in un’intervista, di essere tifoso del Cska Sofia, l’altra squadra della capitale bulgara, divisa dai concittadini da una fiera rivalità. Per questo gli ultrà del Levski gli avevano tolto di dosso, davanti a telecamere e taccuini, gli indumenti del club che il tecnico indossava in quel momento. Così Petev era dovuto uscire dalla sala a petto nudo. “Petev non meritava assolutamente un’accoglienza del genere – ha commentato il proprietario del Levski, Todor Batkov -. Mi ha chiamato e mi ha detto che rinuncia all’incarico, vista la situazione. Questa vicenda è una macchia sulla storia del nostro club, e una vergogna”. Dopo la conquista del suo ultimo titolo nazionale, nel 2009, il Levski ha cominciato un periodo negativo non ancora interrotto: per questo sulla sua panchina si sono avvicendati 11 allenatori, e ora è in arrivo il dodicesimo, vista la rinuncia di Petev.

Inaugurata a Sofia la mostra ‘Omaggio a Verdi’

La mostra ‘Omaggio a Verdi’, con costumi originali, bozzetti e locandine di opere del grande compositore italiano è stata inaugurata ieri nel Palazzo nazionale della cultura Ndk a Sofia. Le opere esposte sono messe a disposizione dall’Archivio storico del Teatro dell’Opera di Roma e saranno in visione fino al 10 novembre. L’evento, frutto della collaborazione tra l’Istituto italiano di cultura a Sofia, l’Ndk e il Teatro dell’Opera di Sofia, gode del patrocinio dell’Ambasciata d’Italia e include 20 costumi originali, 8 locandine, 31 bozzetti e 59 figurini originali, tratti da opere come ‘La Traviata’, ‘Aida’ e altre. “La mostra propone un saggio esaustivo delle creazioni di artisti famosi, quali Luchino Visconti, Franco Zeffirelli, Perluigi Pizzi, Danilo Donati, Nicola Benois, solo per citarne alcuni, che con il loro estro hanno tradotto visivamente contesti storici, luoghi, personaggi, che il genio musicale di Giuseppe Verdi aveva già mirabilmente descritto attraverso la sua sublime ed immortale musica”, si legge in una nota dell’Istituto italiano di cultura a Sofia. La mostra è accompagnata da un video con un collage di opere verdiane eseguite al Teatro dell’Opera di Roma e da un catalogo. Generali, UniCredit Bulbank e la Camera di commercio italiana in Bulgaria sono tra gli sponsor dell’iniziativa.

Giornata di studi a Roma: “La Bulgaria, l’Italia e i Balcani fra le due guerre mondiali”

“La Bulgaria, l’Italia e i Balcani fra le due guerre mondiali” è il titolo di una importante giornata di studi organizzata dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Roma Tre, in collaborazione con l’Accademia bulgara – Istituto di studi balcanici e Centro di tricologia ‘Alexander Foll’ e l’Associazione italiana di studi del Sud-est europeo. Il programma prevede relazioni dei maggiori studiosi italiani e bulgari, della storia e cultura, rispettivamente bulgara ed italiana, nonché dei rapporti tra i due paesi. Gli interventi riguarderanno numerosi argomenti che spaziano tra storia, politica, arte, cultura ed economia. Il convegno si terrà venerdì 27 settembre 2013 presso l’Università Roma Tre – Dipartimento di Scienze Politiche – Sala del Consiglio, Via Gabriello Chiabrera 199 (IV piano).

Raffaello Sanzio A Sofia

Per la prima volta in assoluto Raffaello viene esposto in Bulgaria. Si è inaugurata ieri presso la Galleria Nazionale d’Arte a Sofia la straordinaria mostra ‘Raffaello Sanzio da Urbino a Sofia’, in cui sono presentate una pregevole “Santa Caterina di Alessandria”, opera del giovane Raffaello, esposta nell’attuale Galleria Nazionale delle Marche (olio su tavola, 39 x 15 cm, 1500-1503) e 10 stampe del ‘700 e del ‘800 delle sue opere più famose. Il capolavoro dell’artista urbinate è esposto nella capitale bulgara nell’ambito delle attività di Urbino e Sofia, candidate a città europee della cultura 2019. La mostra è realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Sofia, la Galleria d’Arte Nazionale e la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, e gode del patrocinio dall’Ambasciatore d’Italia in Bulgaria, S.E. Marco Conticelli. Da oggi ‘Raffaello Sanzio da Urbino a Sofia’ è aperta al pubblico. L’ingresso è gratuito.